Bollette elettriche e generazione distribuita: una riforma di arretramento

Dal primo gennaio i costi di distribuzione e misurazione dell’energia non sono più interamente commisurati ai soli consumi. La riforma delle bollette elettriche varata dall’Autorità per l’Energia con delibera 582/2015 riguarda 30 milioni di utenti domestici che pagheranno un contributo fisso commisurato alla potenza impegnata (normalmente da 3 a 6 kWp).

+